LAVORA PER TE OGNI GIORNO

Misure a sostegno della maternità quali maternità obbligatoria e congedo parentale fino ad arrivare a tutti i bonus che in questi mesi sono stati introdotti.

CONGEDO OBBLIGATORIO DI MATERNITÀ

Chi può richiederlo:

Lavoratrici dipendenti
Lavoratrici autonome
Lavoratrici iscritte alla gestione separata INPS.

Agevolazioni ottenute:

Lavoratrici dipendenti



  • Un periodo di astensione obbligatoria
  • 80% della retribuzione giornaliera calcolata sulla base dell’ultimo periodo di paga immediatamente precedente all’inizio del congedo di maternità.

È opportuno presentare la domanda all’INPS telematicamente tramite Patronato o con Pin personale almeno 15 giorni precedenti ai 2 mesi dalla data presunta del parto. 



Lavoratrici autonome

  • 
2 mesi precedenti alla data effettiva del parto e 3 mesi successivi alla data medesima.


  • 80% della retribuzione giornaliera stabilita annualmente dalla legge a seconda del tipo di lavoro autonomo svolto.

Presentare la domanda all’INPS telematicamente tramite Patronato o con PIN personale dopo l’evento e comunque  entro  e non oltre 1 anno dal termine dei 3 mesi successivi al parto.

Lavoratrici iscritte alla gestione separata INPS

  • 
Spettano gli stessi periodi previsti per le lavoratrici dipendenti.
  • Durante i periodi di congedo si ha diritto a percepire un'indennità pari all'80% della retribuzione media globale giornaliera calcolata sulla base dell'ultimo periodo di paga precedente l'inizio del congedo di maternità.



Presentare la domanda all’INPS telematicamente tramite Patronato o con PIN personale dopo l’evento e comunque  entro  e non oltre 1 anno dal termine dei 3 mesi successivi al parto.


INDENNITA’ DI CONGEDO PARENTALE (MATERNITA’ FACOLTATIVA)

Chi può richiederlo:
lavoratrici dipendenti
lavoratrici autonome
lavoratrici iscritte alla gestione separata INPS.

Agevolazioni ottenute:

Lavoratrici dipendenti



  • 180 giorni continuativi o frazionati entro i primi 6 anni di vita del bambino, elevabili ad 8 anni quando il reddito individuale è inferiore a 2,5 volte il trattamento minimo di pensione (circa 1250 euro lordi mensili), e a 12 anni quando il figlio è portatore di handicap in situazione di gravità (l. 104/92 art. 3 comma 3).

Il decreto legislativo 80/2015 ha ridotto a 5 giorni il periodo minimo di preavviso per usufruire del congedo parentale con relativa domanda da presentare telematicamente all’INPS tramite Patronato o con il PIN personale.

Lavoratrici autonome



  • Congedo pari a 3 mesi fruibili in modo continuativo o frazionato entro l’anno di vita del bambino, con obbligo di astensione dall’attività lavorativa svolta.
  • 
L’indennità pari al 30% della retribuzione convenzionale prevista per l’anno di inizio del congedo stesso.

La richiesta va inviata all’INPS telematicamente tramite Patronato o con PIN personale entro l’anno di vita del bambino.

Lavoratrici iscritte alla gestione separata INPS



  • 
Un periodo di 3 mesi di congedo fruibili in modo continuativo o frazionato entro l’anno di vita del bambino.
  • Un'indennità pari all'30% della retribuzione media globale giornaliera calcolata sulla base degli ultimi 12 mesi.

La richiesta va inviata all’INPS telematicamente tramite Patronato o con PIN personale entro l’anno di vita del bambino.

Scarica l’approfondimento

Per un appuntamento chiama dalle ore 9 alle ore 12:
Trieste 040 362901
Udine 0432 520561
Gorizia 0481 523059
Pordenone 0434 360267

o contattaci via e-mail