Pensioni Scolastiche

Riconosciute ai lavoratori del comparto scuola, insegnanti e personale ATA con decorrenza dal 1° settembre dell’anno in cui maturano i requisiti.

Come fare
Rivolgersi al Patronato per:
– Presentare istanza di cessazione servizio esclusivamente on line al MIUR.
– Inoltrare la domanda di pensione all’INPS Gestione Dipendenti Pubblici, esclusivamente in via telematica.

Prestazioni che si possono ottenere al riconoscimento:
– Pensione di vecchiaia
– Pensione anticipata
– Pensione anticipata contributiva
– Pensione contributiva Opzione Donna

Inoltre possono essere riconosciute:
– Pensioni per inabilità
– Pensione ai superstiti

Supplemento di pensione

Chi può richiederlo
– chi ha versato contributi successivamente alla decorrenza della pensione.
Quando si può chiedere
– si può chiedere dopo 5 anni dalla decorrenza della pensione o dal precedente supplemento, oppure dopo 2 anni se superata l’età pensionabile.

Pensione supplementare

Riconosciuta se sono presenti altri contributi versati in gestione diversa da quella della gestione dei dipendenti privati, pubblici o nei fondi esonerativi sostitutivi.

Chi può richiederla
– Chi ha compiuto l’età pensionabile che attualmente è di 66 anni e 3 mesi per gli uomini.
– Donne che hanno compiuto l’età pensionabile di 63 anni e 9 mesi che hanno lavorato come dipendenti.
– Donne che hanno compiuto l’età pensionabile di 64 anni e 9 mesi che hanno lavorato come autonome o parasubordinate.
– Chi ha cessato l’attività come lavoratore dipendente e possiede i requisiti di età sopra indicati.

Contributi in gestioni diverse

Soluzioni di legge che consentono di conseguire il diritto alla pensione e utilizzare tutta la contribuzione anche se versata in diverse gestioni previdenziali.

RICONGIUNZIONE (LEGGE 29/79)
È possibile riunire presso un’unica gestione tutti i contributi versati in gestioni differenti, nessuna esclusa, per ottenere un’unica pensione.

TOTALIZZAZIONE
È la facoltà dell’assicurato di ottenere la pensione tenendo conto dei periodi durante i quali ha versato i contributi in gestioni o casse previdenziali diverse, senza necessità di ricongiungerli in un unico fondo.

CUMULO
Si tratta di una nuova forma di totalizzazione che offre diverse opportunità. L’assicurato può cumulare, senza oneri, tutti e per intero i periodi contributivi.

COMPUTO
Gli iscritti alla gestione separata che hanno versato contributi presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti dei lavoratori dipendenti, le forme esclusive e sostitutive della medesima, le gestioni pensionistiche dei lavoratori autonomi (legge n. 233 del 1990), possono chiedere il computo dei predetti contributi.

Pensione vecchiaia anticipata giornalisti

Viene consentito l’accesso alla pensione di vecchiaia anticipata (al 58° anno di età nel caso in cui siano stati maturati almeno 18 anni di anzianità contributiva) in favore dei giornalisti dipendenti da aziende che abbiano presentato – anche in data successiva al 31/12/19 – al Ministero del lavoro e delle politiche sociali piani di riorganizzazione o ristrutturazione aziendale aventi particolari caratteristiche legate all’assunzione di nuovo personale del settore.

Pensione vecchiaia anticipata lavoratori poligrafici

Per il periodo dal 2020 al 2023 viene consentito l’accesso alla pensione – in deroga alla disciplina propria dell’editoria – in presenza di 35 anni di anzianità contributiva nell’AGO, ai lavoratori poligrafici di imprese stampatrici di quotidiani, di periodici, di agenzie di stampa che abbiano presentato al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali in data compresa

Giuridicamente riconosciuto con DM 6 Febbraio 1970 in base al D.L.C.P.S. 20 Luglio 1947 n. 804

Sede Centrale – 00192 ROMA – Lungotevere Michelangelo, 9 – Tel. 06 99722301– Fax 06 3215910

IMPORTO PENSIONE

% PEREQUAZIONE

Sino a 4 volte il TM

100%

Tra 4 e 5 volte il TM

90%

Superiore a 5 volte il TM

75%

e-mail segreteria@inac-cia.it

tra il 1/1/2020 ed il 31/12/2023 piani di riorganizzazione o ristrutturazione in presenza di crisi.
Il trattamento pensionistico decorre dal primo giorno del mese successivo alla domanda, previa risoluzione del rapporto di lavoro dipendente.

Opzione Donna

Questa possibilità di pensionamento anticipato (ma bisogna optare per il calcolo della pensione interamente contributivo) viene estesa alle lavoratrici che abbiano maturato i entro il 31/12/2019 i necessari requisiti che ricordo essere:

  • –  Requisito contributivo: almeno 35 anni di contribuzione

  • –  Requisito anagrafico: almeno 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti ed almeno 59 anni di età per la autonome

  • –  Finestra mobile da applicare: 12 mesi per le dipendenti e 18 mesi per la autonome

    Viene, inoltre, fissata al 29/2/2020 la data entro la quale dovranno essere presentate le dimissioni per il personale scolastico a tempo indeterminato e delle AFAM – con riferimento all’istituto dell’opzione donna – con effetti dall’inizio dell’anno scolastico o accademico.

Telefona

Per un appuntamento chiama

dalle ore 9 alle ore 12

dal lunedì al venerdì:

Trieste 040 362901

Udine 0432 520561

Pordenone 0434 360267

Invia una mail

9 + 2 =

Share This